Atrial
Fibrillation

LO SCREENING DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE PER PREVENIRE L’ICTUS

La Fibrillazione Atriale è una delle principali cause di ICTUS e la diagnosi precoce della Fibrillazione Atriale gioca un ruolo fondamentale nella sua prevenzione.
Molti casi di Fibrillazione Atriale non vengono diagnosticati, poichè asintomatici, finché il paziente non viene colpito da un ICTUS.
Lo screening opportunistico è dunque essenziale specialmente se presenti altri fattori di rischio come: età oltre 65 anni, ipertensione, obesità, diabete mellito, patologie cardiache, disfunzione tiroidea, apnee notturne, broncopatie croniche ostruttive, insufficienza renale, abuso di bevande alcoliche e cocaina, sedentarietà, fumare.
Il misuratore della pressione Microlife AFIB è dotato di un algoritmo specifico per la rilevazione della Fibrillazione Atriale.
Il monitoraggio della pressione arteriosa (sia in ambulatorio che a domicilio) abbinato allo screening della Fibrillazione Atriale che viene effettuato con questa tecnologia si è dimostrato efficace nel rilevare nuovi casi di Fibrillazione Atriale oltre che essere utile nella fase di follow-up in pazienti con Fibrillazione Atriale già diagnosticata.
Gran parte della popolazione a rischio Fibrillazione Atriale effettua solo la misurazione della pressione arteriosa ma sarebbe auspicabile facessero contestualmente lo screening della Fibrillazione Atriale per prevenire l' ICTUS.

COSA FARE SE SI RILEVA LA FIBRILLAZIONE ATRIALE

In caso di  rilevazione  della  Fibrillazione Atriale durante la misurazione della pressione arteriosa con Microlife AFIB comportarsi come segue: 

  • Se  non  si  avverte  alcun  disturbo  effettuare  il controllo  della  regolarità  del  polso  attraverso la  palpazione  dell’arteria  radiale  e  un’altra misurazione dopo  1 ora.  
  • Se  confermata  la Fibrillazione Atriale comunicare  subito l’accaduto  al  medico  o  farlo  con  calma  se questa non venisse confermata.
  • Se  si  avvertono  disturbi  (lieve  mancanza  di respiro,  stanchezza  inusuale,  senso  di  cuore che  batte  troppo  rapidamente,  ecc.)  avvisare subito il medico.

L’automisurazione della pressione arteriosa e lo screening della Fibrillazione Atriale sono importanti per generare il sospetto della patologia ma non rappresentano una diagnosi. Solo il medico, in base al profilo del paziente potrà richiedere ulteriori accertamenti (come l’holter pressorio, l’elettrocardiogramma, ecc.),  diagnosticare la patologia e prescrivere un idoneo percorso terapeutico.

COME MISURARE CORRETTAMENTE LA PRESSIONE ARTERIOSA E FARE LO SCREENING DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE

L'ipertensione e la Fibrillazione Atriale sono tra i maggiori fattori di rischio delle "malattie "cardiovascolari e dell’ICTUS, sono spesso asintomatiche e quindi spesso non vengono diagnosticate in tempo esponendo il paziente ad inutili rischi.
La pressione arteriosa e la Fibrillazione Atriale vanno quindi controllate con regolarità dal medico, in farmacia e a casa.
E’ possibile controllare la presenza o meno di Fibrillazione Atriale verificando il battito cardiaco attraverso la palpazione del polso o misurandosi la pressione arteriosa con apparecchi automatici in grado di indicare la possibile presenza di questa aritmia.

Come misurare correttamente la pressione arteriosa e la Fibrillazione Atriale con Microlife AFIB:

  • Essere a riposo da almeno cinque minuti
  • Non bere caffè o fumare per almeno mezz’ora
  • Non indossare indumenti stretti alla vita e al braccio
  • Sedere  comodamente, ben appoggiati allo schienale
  • Non incrociare in alcun modo le gambe o i piedi
  • Misurare la pressione arteriosa sul braccio dove è più alta. Se possibile, effettuare dal medico o in farmacia la misurazione contemporanea della pressione arteriosa ad entrambe le braccia per determinare il proprio “braccio dominante”
  • Appoggiare il braccio sul tavolo, circa all’altezza del cuore
  • Avvolgere  il  bracciale  in  modo  corretto  intorno al  braccio  (leggere  le  istruzioni  dell’apparecchio) facendo attenzione che questo sia della dimensione adeguata
  • Misurare una prima volta la pressione arteriosa dopo essere stato  seduto  col  braccio  appoggiato  al  tavolo  per almeno un minuto
  • Effettuare  almeno  una  seconda  misurazione  con una  pausa  non  inferiore  ai  15  secondi  tra  una misurazione e l’altra
  • Se l’apparecchio non memorizza i risultati, o viene utilizzato da più  persone  in  famiglia, registrarli subito su un foglio 

Per ottenere dei dati attendibili bisogna calcolare le medie di più valori e seguire le seguenti indicazioni:

  • Effettuare  le  misurazioni  al  mattino  e  alla  sera  prima di assumere i farmaci per la pressione arteriosa e prima di mangiare
  • Effettuare le misurazioni per sette giorni di seguito

La  misurazione  della  pressione  arteriosa e lo screening della Fibrillazione Atriale devono essere eseguiti nell’ambito del controllo del medico. Misurare la pressione arteriosa solo quando serve. In base ai valori medi dell’ultima serie di  misurazioni  il  medico  indicherà quando eseguire il prossimo controllo. 
In caso di disturbi di vario  tipo  (debolezza,  testa  leggera,  capogiri,  ecc.) e  si  tema  dipendano  dalla  pressione arteriosa, effettuare  la misurazione mentre è presente il disturbo e comunicare poi i valori al medico.